Feed RSS RSS disponibile

Per questa sezione è diponibile il feed RSS! Per scaricarlo, clicca qui, oppure visita la nostra pagina dedicata ai feed RSS di Livigno.info.

Livigno News

SNOWBOARD: ROOKIE TOUR I giovani e più promettenti rider del mondo si sfidano allo snowpark Mottolino nella tappa di Livigno del World Rookie Tour di snowboard...

altre notizie ...

NATALE 2012 AL CINELUX!
MAGIA DEL NATALE
LA SGAMBEDA 2012
MIGLIOR LOCALITÀ EUROPEA 2012
RSS Last Minute RSS | Tutte le notizie >>
linea tratteggio

03/09/2007 - CICLABILE E SENTIERO DI TORT

CICLABILE E SENTIERO DI TORT

 

Sono in corso i lavori di riqualificazione alla ciclabile, all’altezza del laghetto di Luigion, mentre per il nuovo sentiero di Tort gli interventi proseguiranno con il 2° lotto. Molto critica la minoranza su quest’ultimo progetto

 

 

LIVIGNO. Nell’ultimo consiglio comunale sono stati discussi due lavori pubblici in corso d’opera, alla pista ciclo-pedonale e al nuovo sentiero di Tort.

In merito alla pista ciclabile, all’altezza del laghetto di Luigion, l’assessore ai lavori pubblici, Rudi Galli, ha spiegato che «si tratta di lavori di riqualificazione, si stanno realizzando dei servizi igienici, un’area di sosta, un piccolo ponte e un ruscello, con la posa di panchine nell’area di sosta e dell’illuminazione. Lo stato di avanzamento è circa al 40% e contiamo di concludere il tutto prima dell’inverno, con un impegno di spesa di circa 180mila euro».

Sul nuovo sentiero di Tort, invece, l’assessore alla viabilità e turismo, Damiano Bormolini, ha detto che «il primo lotto è stato completato con una spesa di 111mila euro, il secondo, il cui progetto è definitivo ed esecutivo, costerà circa 200mila euro e in questo momento siamo in attesa dell’autorizzazione ambientale della Provincia, mentre per completare l’opera servirà anche un terzo lotto con lavori contenuti».

Molto critica sull’intervento la minoranza, che ha anche chiesto di abbandonare il progetto nonostante i soldi spesi: «Gli ultimi 30/40 metri del sentiero realizzati - ha detto il consigliere Matteo Galli, guida alpina di Livigno - sono coperti da materiale franato dall’alto. Questo era molto prevedibile vista la zona e il tipo di roccia su cui la giunta si ostina a voler costruire il sentiero. Sono sicuro che nessuno userà questo sentiero, anche perché esiste quello basso che è migliore e più suggestivo, oltre che molto meno pericoloso».

 

(3 settembre 2007; © www.livigno.cx)

(Foto: la pista ciclabile di Livigno; da www.livigno.cx)